Cosa vedere in Umbria: 35 idee

Cosa vedere in Umbria: Collage di alcuni dei luoghi più belli

Cosa vedere in Umbria: 35 idee

Tempo di lettura: 4 minuti

Borghi, località e curiosità per costruire i vostri itinerari su misura

Inutile creare un itinerario unico prestabilito quando ognuno di noi ha i propri gusti ed interessi, quindi ho preparato una lista dei borghi umbri più belli, piena di idee, dalle località più note alle più insolite.

I borghi da non perdere in Umbria sono veramente tanti, una regione piccola nelle dimensioni, ma dal grande fascino e le innumerevoli ricchezze sia dal punto di vista storico-artistico, che naturalistico ed enogastronomico.

Ecco la lista dei borghi più belli da visitare:

Spello (PG) semplicemente splendido, il “borgo dei fiori” noto per le sue infiorate, vere opere d’arte, ma meraviglioso tutto l’anno e soprattutto con la bella stagione quando si riempie di colori grazie alla manifestazione “Finestre, balconi e vicoli fioriti”. Ottime anche le offerte enogastronomiche.

Sellano (PG) con la bellissima Rasiglia un piccolo gioiello tra ruscelli e piccole cascate, un paesaggio che sembra dipinto. Un borgo incantato, sospeso in una dimensione senza tempo, con mulini, canali e una vasca d’acqua gigantesca come piazza. Bellezza, acqua e silenzio.

Corciano (PG) un piccolo borgo collinare dal fascino intatto con il suo elegante centro storico ed un panorama incantevole sulle verdi valli circostanti. Si trova a soli 12 km da Perugia. Qui trovate il mio articolo per conoscerlo meglio.

Norcia (PG) il suo borgo, i buonissimi salumi (ottimi i taglieri da gustare nelle norcinerie locali) ed i suoi panorami imperdibili durante la fioritura del Pian Grande a Castelluccio di Norcia tra la fine di maggio e luglio quando si dipinge di infinite sfumature o in autunno quando esplodono i colori caldi del foliage.

Foto della sagoma dell'Italia riprodotta grazie al posizionamento degli alberi

Passignano sul Trasimeno (PG) il borgo affacciato sul lago.

Deruta (PG) con le sue ceramiche artistiche.

Montefalco (PG) borgo ricco di memorie storiche ed artistiche: le sue mura duecentesche, le sue chiese, gli affreschi, ma Montefalco è anche conosciuto per i suoi vini, è la patria del Sagrantino e sulla “strada del Sagrantino” è immancabile per gli appassionati una sosta alle cantine o nelle caratteristiche vinerie per sorseggiare un buon bicchiere di rosso o anche di passito…a settembre l’appuntamento è con l’evento “Enologica Montefalco”.

Montone (PG) con il suo centro storico e la Festa del Bosco a novembre.

Paciano (PG) bellissimo borgo umbro che ha fatto innamorare Ed Sheeran (ha comprato la sua villa qui).

Torgiano (PG) borgo immerso tra ulivi e vigneti, noto per l’eccellenza dei suoi vini cui è dedicato il Museo del Vino, tappa importante durante la visita in questa località essendo uno dei più famosi musei enologici in Italia!

Vallo di Nera (PG) altro bellissimo borgo umbro e località nota anche per il rafting.

San Gemini (TR) paese famoso per le sorgenti di acqua naturale e minerale, nei suoi dintorni si trova il sito archeologico di Carsulae.

Ma anche: Bettona (PG), Bevagna (PG), Castiglione del Lago (PG), Citerna (PG), Massa Martana (PG), Monte Castello di Vibio (PG), Monteleone di Spoleto (PG), Panicale (PG), Preci (PG), Trevi (PG), Acquasparta (TR), Allerona (TR), Lugnano in Teverina (TR), Montecchio (TR) e Arrone (TR) vicino alla bellissima Cascata delle Marmore.

Non dimentichiamo ovviamente località più note tra cui:

Gubbio (PG)

Rinomata cittadina medievale umbra, con la sua super fotografata Piazza Grande, sede del Palazzo dei Consoli e di quello Pretorio. Una piazza “sospesa” cuore pulsante della città, da cui si gode uno splendido panorama sulla valle. Vista magnifica anche dalla funivia che sale sul Monte Ingino verso la basilica di Sant’Ubaldo.

Foto del centro storico di Gubbio

Assisi (PG)

Arroccata in cima ad una collina, è la località di nascita di San Francesco. Ha molto da offrire dal punto di vista storico-artistico con la sua imponente Basilica; gli affreschi duecenteschi che ritraggono scene di vita di San Francesco attribuiti, tra gli altri, a Giotto e Cimabue; la cripta con i resti del Santo. In più Assisi ha una bella Rocca, la Pinacoteca Civica, il Tempio della Minerva (che incantò anche Goethe durante il suo viaggio in Italia) e una scenografica Piazza del Comune considerata tra le più belle del nostro Paese.

Foto di Assisi vista dall'alto

Spoleto (PG)

Città ricca di cultura, bellezza ed eventi prestigiosi. Oltre i suoi vicoli e le ricchezze del centro storico, dalla Rocca, è facile raggiungere il Ponte delle Torri, anche questo citato da Goethe nel suo saggio “Viaggio in Italia”. Un ponte alto 80 metri e lungo 230, realizzato alla fine del 1300 e ancora percorribile. La struttura collega la Rocca Albornoziana alla zona di Monteluco, un angolo ricco di bellezze naturalistiche e di spiritualità, tanto da essere considerato dai locali un “bosco sacro”.
Un’altra bella passeggiata da fare con la bella stagione è il “Giro della Rocca”, lungo un sentiero che gira attorno alla rocca regalando incantevoli scorci sulla città.

Foto della rocca di Spoleto

Orvieto ed il pozzo di San Patrizio (TR)

Alla scoperta dell’Orvieto Underground, un mondo sotterraneo scavato, dimenticato e poi ritrovato da un gruppo di speleologi locali negli anni Ottanta. 1200 tra grotte, cunicoli, pozzi e cisterne scavate. Una visita guidata nelle viscere della terra con partenza da Piazza del Duomo.

Foto di Spoleto vista da lontano

Cosa vedere in Umbria: LE CHICCHE DA NON PERDERE

  • A Montegabbione (TR): LA SCARZUOLA, la città ideale di Tomaso Buzzi

Un capolavoro architettonico e concettuale, unico. Un luogo mistico custodito dal signor Marco Solari proprietario, custode nonché nipote del visionario architetto Buzzi che creò questo luogo magico, esoterico, una metafora dell’essenza della storia dell’uomo e del suo viaggio alla continua incessante ricerca della verità, tra sogno e realtà.

Se volete saperne di più ecco un breve video in cui a parlare della Scarzuola è proprio il suo singolare proprietario.

E poi… partite, appena possibile! C’è molto altro oltre le parole, sono le sensazioni che vi aspettano.

  • A Campello sul Clitunno (PG): le Fonti del Clitunno
Foto delle fonti di Clitunno
Foto delle fonti di Clitunno
  • Se vi trovate a Foligno (PG): la “Calamita Cosmica

Un’opera d’arte contemporanea di Gino de Dominicis, si trova al Centro Italiano di Arte Contemporanea, nei locali dell’ex Chiesa della Santissima Trinità. Una scultura in vetroresina, ferro e polistirolo, enorme, lunga 24 metri e larga 9; uno scheletro monumentale antropomorfo, con un becco di uccello al posto del naso. Sia la vita dell’autore che l’origine dell’opera sono avvolte nel mistero.

  • A Narni (TR): la visita guidata alla Narni sotterranea ed il Museo Eroli, che custodisce una sezione dedicata all’archeologia (con la mummia egizia di Narni) ed una sezione dedicata all’arte.

E adesso, dopo tutte queste dritte, non mi resta che augurarvi… BUON VIAGGIO!

Qualunque sia la vostra destinazione, ovunque vi portino le vostre passioni…


Se ti è piaciuto l'articolo puoi sostenermi offrendomi una cioccolata. 😋
Default image
Daiana Natalini
Travelblogger per passione, inguaribile sognatrice innamorata dei viaggi da sempre… Questo è il mio blog per avventurarci insieme tra le strade del mondo. Leggi qui se vuoi saperne di più.
Articles: 75
error: Il contenuto è protetto!