Una foto che mi ritrae a Cayo Largo, CubaFoto che mi ritrae di fronte alla Monument ValleyFoto che mi ritrae al Grand Canyon

Un po’ di me… chi sono?

Ciao! Sono Daiana, un’inguaribile sognatrice innamorata dei viaggi da sempre… almeno da quando ho ricordi.

Vivo in Toscana circondata da tanta bellezza, ma curiosa come sono, ho sempre amato andare oltre, conoscere, vedere il bello, ma anche il brutto che c’è altrove… nel mondo.

Foto che mi ritrae di fronte alla Sagrada Familia
Spagna: Barcellona, Sagrada Familia

Ho iniziato a viaggiare fin da piccola in famiglia, poi il mio primo viaggio da sola a 11 anni in Inghilterra, a Cirencester. Ho vissuto e studiato per un mese in college e lo confesso non è stato tutto semplice, ma se penso a come tutto sia cominciato, allora so per certo che è stato proprio da lì.

Chiudo gli occhi e vedo una piccola me un po’ spaesata seduta sul seggiolino di un aereo che mi portava in un altro Paese, in un mondo nuovo e sconosciuto in cui si parlava una lingua che avevo appena imparato a conoscere. Avrei condiviso la stanza del college con una ragazza un po’ più grande che non avevo mai visto prima. L’unica cosa che mi ricollegava al mio “nido” di certezze era quel telefono a gettoni in fondo al corridoio con cui ogni tanto chiamavo a casa (no i cellulari allora non li aveva nessuno, tantomeno io che ero solo una bambina).

Ho avuto i miei attimi no, in cui mi sentivo sola e spaventata, sì lo ammetto, eppure non ho MAI dubitato di una cosa: ero esattamente dove volevo e dovevo essere! In un posto del mondo dove avevo tutto da scoprire, persone da conoscere, una nuova bellissima lingua da ascoltare e fare un po’ anche mia, un’avventura tutta da vivere con il sapore della libertà. Emozioni forti che crescendo ho continuato a cercare, con testa e cuore sempre pronti ad una nuova partenza. Dentro di me sono ancora quella bambina.

Adesso sono mamma di due meravigliose peperine, Natalie e Nicole.

Ho avuto la fortuna di incontrare un ragazzo innamorato della vita e dei viaggi quasi quanto me, un tipo creativo e un po’ sognatore, per niente spaventato dalle nuove avventure… potevo lasciarmelo scappare?

Eh no.. alla fine l’ho sposato. Con lui condivido la vita, la nostra famiglia, il lavoro ed anche i viaggi, prima da soli e poi con le nostre bambine, due piccole viaggiatrici anche loro perché nonostante l’età hanno già preso un sacco di aerei, navi e barche14 di ogni tipo, metropolitane, treni, bus e mezzi vari dai tuk tuk ai coco taxi… persino gli idrovolanti. Ma di questo parlerò altrove perché viaggiare con i bambini anche piccoli non è pura follia come qualcuno può pensare, basta sapersi organizzare.

Io sono convinta che i viaggi siano una scuola di vita per tutti, anche per i più piccoli, esperienze che lasciano ricordi ed emozioni indelebili, ma non solo questo: viaggiare è conoscere e apre la mente.

Un po’ di curriculum in breve? Ma sì…

Liceo linguistico: inglese, tedesco e spagnolo. Cos’altro potevo scegliere che mi appartenesse di più? Nuove opportunità per scoprire il mondo, per studiare altre lingue, ma anche altre culture, sui libri e con viaggi studio e scambi culturali.

Ho proseguito con due lingue all’università e mi sono laureata in Economia.

Poi i colloqui per il Master e nell’attesa della risposta di ammissione… VIA! Io e il mio ragazzo (oggi marito) ci siamo trasferiti a Londra per lavorare e studiare. Siamo partiti con una valigia piena di sogni, senza un posto dove stare, né un lavoro, solo un appoggio per qualche giorno sul divano di una mia grande amica. Esperienza forte per entrambi, per motivi diversi, che resterà per sempre nel mio cuore e nella mia mente come uno dei periodi più belli e significativi della mia vita, che mi ha cambiato tanto.

Vivere a Londra è stato come trovare il mio posto nel mondo, nel mondo confuso che avevo dentro di me. Londra è sempre stata la location dei miei momenti di crescita più significativi, quindi sì posso dire che “mi ha visto crescere e diventare quella che sono”… lì sono stata non so più quante volte e continuo a tornare, per ritrovare alcuni amici che ci vivono e per rivivere Londra con tutto quello che rappresenta per me… ma anche di “Lei” vi parlerò altrove.

Master in Marketing, Comunicazione e Relazioni pubbliche internazionali appena tornata. Poi tirocinio e lavoro.

Un lavoro che non c’entra niente con i viaggi, questo blog sono io, girare il mondo è la mia passione, ma il mio lavoro è in un altro settore… moda e tessile.

Cosa mi piace: ve l’ho già detto che mi piace viaggiare??? Scherzo… leggere e scrivere. Leggere è un altro modo per viaggiare, con la mente ed i miei sogni, quando non parto fisicamente… per conoscere e rispondere ad una parte delle mie curiosità. Da sempre scrivere è la mia valvola di sfogo, il modo che preferisco per esprimermi, perché buttar fuori quello che ho dentro, i miei pensieri e le emozioni, scrivendo è più facile. Ho una passione per la danza e il ballo in ogni suo stile e sfumatura, dopo anni di modern e contemporanea che occupano un altro spazio del mio cuore.

Mi piace la fotografia, sia fotografare che riguardare le foto negli album di carta (tra i prossimi progetti imparare quest’arte) e poi la musica soprattutto rock ma non solo, il mare sia in estate che in inverno, adoro il caldo ed odio il freddo, mi piace dormire, mangiare la pizza, dipingere da sola e con le mie bambine, mi piacciono le ciliegie, le albicocche, le pesche, odio le banane e il caffè, le persone maleducate, piene di sé, false, quelle che si lamentano sempre, quelle che sanno sempre tutto e chi parla a voce alta.

Mi piacciono i film, ma non di fantascienza e gli arcobaleni (magari non servisse la pioggia per farli apparire), guardare le stelle cadenti e avere un po’ di tempo per me… quanto è difficile con due bambine piccole!

Ecco questa più o meno sono io. Una ragazza normale con una testa forse un po’ incasinata, pezzetti di cuore sparsi per il mondo da tornare a prendere e tanta voglia di vivere e scoprire!

Foto che mi ritrae a Tahiti
Polinesia Francese: Tahiti

Perché una sognatrice in viaggio?

Perché è ciò che sono sempre stata: una sognatrice, una di quelle persone che ha bisogno di respirare, ritagliarsi i suoi momenti per liberare l’immaginazione, per riflettere e staccare la spina da una vita a tratti frenetica, spesso caotica, soprattutto da quando le mie due piccole monelle sono arrivate a sconvolgerla.

Ho bisogno di scoprire e muovermi avanti indietro nel tempo e nello spazio tra i miei progetti per il futuro e i ricordi dei tanti viaggi che ho fatto, nelle emozioni che mi hanno lasciato e porto sempre dentro.

Questo è il mio spazio dove lasciar confluire i miei pensieri liberi per condividerli.

Un giorno ho letto un articolo per me illuminante, parlava dell’ikigai, un concetto giapponese che significa “ragione d’essere”. Iki – vita e kai (se in sequenza “gai”) – significato, secondo i giapponesi tutto ha un ikigai. La vita di ognuno di noi ha un senso, riflettere su questo può aiutarci a trovare la propria strada per sentirci davvero felici. Sembra un concetto astratto ma la scoperta del proprio ikigai in realtà si basa sulla ricerca di un punto di incontro tra quattro elementi:

quello che ami – PASSIONE

quello in cui sei bravo – VOCAZIONE

quello di cui il mondo ha bisogno – MISSIONE

quello per cui puoi essere pagato – PROFESSIONE.

Dopo aver letto questo concetto è nata la mia idea di aprire questo blog. Uno spazio in cui poter concretizzare il mio IKIGAI. Scrivere di viaggi, culture e tradizioni di popoli vicini e lontani per conoscere nuovi modi di vivere e pensare. Per me una passione, una vocazione ed una missione perché ognuno di noi ha bisogno di aprire la propria mente all’altro e al diverso, per capire ancor prima di giudicare. Processo che oggi, guardandomi intorno, spesso vedo invertire con conseguenze anche devastanti. Manca la professione (per ora la mia è un’altra)… beh chissà che un giorno non lo diventi?!

Foto che mi ritrae a Venice Beach, Los Angeles
USA: Venice Beach, Los Angeles
error: Il contenuto è protetto!